Viva la Birra... inviami una mail

Le nostre Interviste

Argomenti Correlati

Il malto per la birra
Chi produce malto in Italia
L'acqua per la birra
Il luppolo per la birra
L'ammostamento
La fermentazione
Le problematiche connesse alla prod. birra
Come si fa la birra
I corsi per la produzione della birra
I consumi di birra nel mondo
La normativa sulla produzione della birra
L'editto della purezza della birra
Aprire una piccola fabbrica di birra
Il Luppolo - La Pianta Lupo
Il Consumo della Birra in Italia e nel Mondo
I Riferimenti di legge
L'Università della Birra
Confezionamento della birra
Cerchi un impianto per il brewpub-birreria? 
Produzione e consumi birre 2004
Alcol e Bevande alcoliche
L'etichettatura
Accisa
Birra vs Vino, consumi in Italia
Birra - Una Lunga Storia
Il lievito - questo illustre microrganismo
Informazioni sull'alcol
Carbonatazione

 

Iscriviti alla newsletter

 

L'indice degli argomenti

Come si spilla la birra?

Come si degusta una birra?

Dossier Birra e Salute

© 2007 - Tutti i diritti sono riservati, è vietato copiare senza autorizzazione queste pagine.

info@mondobirra.org

L'indice delle notizie

 

Le altre Interviste

Le nazioni della birra

 

Pagine Gialle della Birra


Birrificio Troll

Strada Valle Grande 15/a -  Vernante (CN)

Tel/Fax 0171/920397

Sito: www.birratroll.it

Chiuso il martedì. Aperto tutti i giorni alle 18, la domenica alle 12. Brewpub di Alberto Canavese che produce una Dorina (Pale Ale 5,2°), una Patela (Pale Ale 7,5°), una Shangrilà (Belg. Ale 8,5°), una Panada (Blanche 4,2°), una Palanfrina (B. castagne 8,5°) e Stella di Natale (Ale 11,5°). Immerso nell'incantevole natura della Valle Grande, produce quattro birre fisse e una stagionale, a rotazione, tutte ad alta fermentazione. La specialità e' la carne alla brace. Recensione di Giacu, più completa su http://snurl.com/4smd Impianto Eco Brew Tech freccia.gif (89 byte)Scheda Impianti per microbirrifici

Risponde alla nostra intervista Daniele Meinero (nella foto sopra)

Se vi siete recati in passato a Pianeta Birra (Rimini), che opinione vi siete fatti dell'evoluzione di questo appuntamento. Secondo il tuo parere, l'evoluzione che ha raggiunto, va nella direzione di una concreta diffusione della cultura birraria o si sta sempre più appiattendo verso i grandi colossi multinazionali?

La mia impressione è che l'interesse verso la birra di alta qualità sia palpabile e crescente, anche se il potere commerciale dei grandi gruppi rimane al momento incontrastabile.

Conoscete eventi tipo il Salone del Gusto (ogni due anni a Torino), Cheese (ogni due anni a Bra (CN)), Expogusto a Milano? Avete intenzione di parteciparvi come espositori nei prossimi anni?

Abbiamo già partecipato in passato a Cheese e al Salone del gusto e siamo intenzionati a confermare la nostra partecipazione per le edizioni future.

Daniele Meinero a Cheese 2005

Come è nata in Lei la passione per la birra?

Assaggiando birre di tutto il mondo.

Si è mai pentito di aver aperto un microbirrificio?

Al mattino, d'inverno, alle 6, con un metro di neve da spalare per entrare in birrificio e con 15 gradi sotto zero, ogni tanto mi chiedo chi me l'abbia fatto fare, ma passa in fretta!

In che modo proponete le vostre birre? Ovvero la distribuite nel vostro locale o la fornite ad altri gestori della zona?

Quasi la totalità della produzione viene assorbita dal locale, stiamo cercando di inserirci nella zona per sviluppare il progetto nel 2007

Nel caso in cui lei distribuisse le sue birre in altri locali, vi preoccupate di realizzare dei corsi di formazione per coloro che poi distribuiscono la vostra birra nei locali, ovvero vi preoccupate del mondo col quale la spillano, la conservano, la servono ai tavoli, e quindi temperatura di servizio e gestione dei bicchieri?

Ovviamente il requisito indispensabile affinché un locale possa avere la nostra birra è la passione del gestore, che deve essere disposto a qualche sacrificio e qualche attenzione maggiore per gestire la nostra birra; ovviamente investiamo del tempo per istruire il gestore.

Può parlarci di qualche abbinamento gastronomico che proponete nel vostro Brewpub, e soprattutto come nasce un abbinamento gastronomico con le vostre birre? (Nel caso in cui lei non abbia un locale con annessa cucina, come consiglierebbe di abbinare le sue birre ai piatti gastronomici?)

Alcune delle nostre birre sono state progettate per sposare alcuni piatti offerti nel locale (per esempio la Shangrila Fumè è nata per migliorare e completare l'offerta di abbinamento con la carne alla brace). In altri casi è il cuoco che inventa il piatto per poterlo abbinare alla birra. Noi proponiamo un percorso di piatti cucinati con la birra, nati nel tempo grazie a sperimentazioni:
Trota marinata in birra e affumicata
Filetto di maiale marinato in birra e cotto alla brace
Formaggi affinati con le birre e relative spezie
Palle del Troll, pasta di pane fritta con utilizzo di birra al posto dell'acqua
Torte alla birra

Quale delle sue birre incontra il maggior riscontro del pubblico?

Shangrila, ambrata stile belgian ale, con spezie orientali (8,5 gradi)

Quale tra le sue birre non riscuote il successo che Lei sperava, e secondo Lei per quale motivo?

La Dau', saison d'etè, a mio giudizio il miglior prodotto che offriamo. Riscuote enorme successo tra gli appassionati, ma tra il pubblico "medio" viene ostacolata secondo me dal pregiudizio generale sul basso grado alcolico (3,9)

In Italia ci sono oltre un centinaio di microbirrerie e brewpub. Il fenomeno è sicuramente in crescita, ed è probabilmente un segnale di malessere nei confronti dell'appiattimento del gusto di alcune birre industriali. Il trend che si sta assestando è di per sè positivo, ma secondo il suo parere, verso quale crescita (non soltanto economica) si sta giungendo?

Discorso complicato, che richiederebbe pagine di discussione. Sicuramente il crescente interesse del pubblico (grazie soprattutto al lavoro persistente e appassionato dei birrai che girano per proporre e raccontare le proprie creazioni) è sintomo di una necessità di sapori nuovi e intensi che le birre industriali difficilmente sanno proporre. Il crescente numero di birrifici sta alzando il livello medio dei prodotti, grazie a una crescente cultura e tradizione di base.

Troll a Londra

Sa che il nostro portale si preoccupa di informare i suoi lettori dei benefici che questa bevanda possiede. E non ci riferiamo solo al basso contenuto calorico, ma anche alle ricerche di settore, che ne segnalerebbe delle virtù molto interessanti. Faccio anche a Lei una domanda a cui teniamo. In Spagna, che attualmente ha un consumo maggiore dell'Italia, è stato creato un Centro di Informazione Birra e Salute. Secondo Lei sarebbe possibile investire in tal senso anche in Italia, ovvero rendendo i consumatori molto più consapevole degli effetti benefici che ha questa bevanda, mettendo in risalto anche l'aspetto del consumo moderato e consapevole?

In realtà spesso i discorsi e le discussioni riguardanti la birra artigianale finiscono in questo canale, ovvero la consapevolezza di cosa si sta bevendo e il concetto di un consumo moderato a favore di una qualità superiore. Comunque se anche in Italia si riuscisse a mettere in piedi un progetto di questo tipo sarebbe sicuramente positivo.

Quanto importante considera lo studio del bicchiere in cui versare la birra, ovvero la scelta del bicchiere corretto per esaltare le qualità la sua bevanda?

Fondamentale.

Ha in mente per il futuro prossimo qualche nuova creazione, o qualche specialità, che vuole anticiparci?

Per il 2007/2008 abbiamo in programma un Barley wine, una bitter ale e una porter.

Cosa ne pensa del mondo birrario artigianale, ovvero del modo col quale si sta procedendo, le scelte che si sono fatte in passato e se ha delle proposte per rendere i consumatori più consapevoli delle differenze radicali che esistono tra birra industriale e artigianale.

C'è ancora un pò di confusione diffusa, sia tra i consumatori che tra i birrai. Servirebbe una maggior influenza da parte di Unionbirrai e più unità di intenti tra i birrifici, per poter costituire un gruppo forte e con capacità di intervento anche in settori politico-finanziari per assicurare copertura ad un settore che, se pur in crescita, rimane pur sempre al di sotto dell' 1% del mercato totale.
 

Luglio 2006

© 2002 - 2007  Tutti i diritti sono riservati. I marchi registrati appartengono ai rispettivi proprietari